cambio al volante
0

Nato per garantire la gestione dei veicoli in autonomia anche da parte persone con disabilità fisiche, nel tempo viene proposto anche su altri generi di vetture, in particolare del segmento lusso e sportive: ecco quindi come funziona e a cosa serve il cambio manuale al volante.

Cos’è il cambio al volante

Il cambio manuale al volante è nato principalmente per assicurare la possibilità di gestire il proprio mezzo anche alle persone con disabilità fisiche, grazie all’eliminazione del pedale della frizione e della leva del cambio.

In generale si tratta di un dispositivo che permette di guidare con meno stress e più rilassati, mantenendo una miglior concentrazione, visto che non serve coordinare il piede con la frizione e la mano col cambio e il volante, che dunque risulta l’unico protagonista insieme all’acceleratore.

Si tratta quindi di un optional davvero utile per chi percorre tanti km sia con la propria auto che con quelle a noleggio a lungo termine, visto che rilassa il guidatore e garantisce il minimo stress anche per il motore, che perde pochi giri e permette ridotti consumi di carburante, soprattutto nei percorsi urbani. Ma come funziona il cambio manuale al volante?

Come funziona il cambio sequenziale al volante

Il cosiddetto “cambio manuale al volante” è in realtà a tutti gli effetti un cambio sequenziale comandato da 2 leve poste direttamente sul retro del volante.

In generale è bene sapere che la disposizione può variare sulle varie vetture, ma in linea di massima funziona sempre così: guardando frontalmente, a sinistra si manovra la leva per scalare le marce, contraddistinta dal simbolo -, mentre a destra si passa alla marcia più alta, segnata dal +.

Per assicurare la massima sicurezza e garantire una guida fluida spesso questi cambi al volante presentano un sistema di protezione che evita di usare marce sbagliate, basandosi sui giri del motore, esattamente come avviene per il classico cambio automatico con la leva o pulsantiera.

Attenzione: alcune persone trovano macchinoso abituarsi alla guida con il cambio al volante, ma con il tempo e la pratica eventuali difficoltà spariscono.

Comments

Comments are closed.

Altri articoli in Guide pratiche