Costo colonnine di ricarica elettrica
0

Conoscere modalità, costi e tempi della carica è fondamentale per avvicinarsi coscientemente alla mobilità green: in questo articolo valuteremo insieme il costo delle colonnine di ricarica per auto elettrica.

Colonnine ricarica auto elettriche: normativa

Per affrontare le numerose ricariche dell’auto elettrica non basta attaccare il mezzo alla corrente, ma serve prima di tutto individuare l’infrastruttura giusta: se volete farlo a casa vi sarete certamente chiesti quanto costa una colonnina di ricarica presso la vostra abitazione.

Prima di tutto dovete sapere che la normativa europea impone, già dal 2018, la predisposizione di punti di ricarica nei nuovi edifici residenziali con almeno 10 unità abitative, inclusi quelli a diverso uso con superficie utile superiore a 500 metri quadrati. Stessa sorte per gli edifici soggetti a ristrutturazione profonda.

È dunque obbligatorio per legge predisporre già nel progetto un numero di punti di ricarica pari al 20% dei posti auto presenti. In ogni caso, in Italia, il mercato dei veicoli elettrici e quindi delle colonnine elettriche (o torrette), è ancora tutto da sviluppare.

Colonnina auto elettrica a casa: cosa valutare

Se considerate l’installazione di una torretta di ricarica auto elettrica a casa, magari a seguito delle novità contenute nel Decreto Rilancio del 19 maggio 2020, ricordatevi che dal 1° luglio al dicembre 2021 grazie all’Ecobonus colonnine potrete ottenere “gratuitamente” delle torrette da far installare, ma realizzando contemporaneamente altri interventi

Ma andiamo avanti: per la ricarica dei veicoli elettrici ci sono 2 caratteristiche da considerare:

  • potenza di ricarica – misurata in Kw (chilowatt), è fondamentale per capire il tempo necessario per caricare la batteria
  • tipo di presa – ogni veicolo è solitamente compatibile con un solo tipo, ma esistono gli adattatori

Attualmente, i più di presa più usati sono il Tipo 2, la presa Chademo e la presa CCS Combo 2.

Ricordatevi che non sono necessari permessi o apertura di pratiche al comune per installare una colonnina elettrica, considerata come un classico elettrodomestico.

Per installarne una in un condominio, però, serve una richiesta all’ordine del giorno dell’assemblea, e la delibera viene approvata con il consenso di 501 millesimi su 1000, con la maggioranza in numero dei condomini.

Colonnina auto elettrica a casa: tipologie e costi

Tra i principali produttori di torrette elettriche per la ricarica abbiamo: E-station, Sdg, Scame, Repower, Stone pine, Eve, Lampionet, Bticino, Gewiss e Garo Elettric. Ma quanto costa davvero una colonnina?

Chiedete sempre più preventivi facendovi specificare modello, optional e se Iva+installazione sono compresi nel prezzo.

Ad ogni modo, le tipologie di dispositivo di ricarica sono 2:

  • wallbox – si attacca direttamente al muro
  • colonnine di ricarica – a sé stanti

I prezzi sono simili per entrambi, e partono da circa 2.000 euro per una presa singola T2, fino ai 3.500 euro circa per una presa doppia T2. L’installazione varia dai 300 ai 400 euro.

Infine, non dimenticate di valutare i prezzi al kW per la ricarica auto elettrica: a casa si aggirano sugli 0,20 euro al kWh, mentre in quelle con corrente alternata da 11 o 22 kWh arriva a 0,45 euro. Presso le colonnine fast charge (con corrente continua da 50 kW) il costo è di 0,55 kWh.
Esistono anche dispositivi da 120 kw, ma solo nei supercharger Tesla e dedicati alle auto del costruttore californiano.

Ultime considerazioni sulle colonnine di ricarica auto installate a casa: in genere, per ottenere una ricarica completa della batteria servono circa 8 ore, quindi una notte è sufficiente. Ricordate però che la maggior parte delle abitazioni italiane gode di una potenza del contatore pari a 3 kW, che consente una velocità di carica sui 13-14 km di autonomia per ogni ora.

Potete quindi scegliere tra portare pazienza, oppure richiedere un potenziamento del contatore: non preoccupatevi troppo però, perché i tempi di ricarica del veicolo sono comunque limitati in quanto la maggior parte delle vetture può rigenerare la batteria sino all’80% anche in soli 30 minuti.

 

Comments

Comments are closed.

Altri articoli in Auto elettriche