Batteria auto elettrica consigli per farla durare di più
0

La durata delle batterie auto elettriche segnalata dai produttori arriva anche a 8-10 anni, ma cosa potete fare per garantirne al massimo le prestazioni nel tempo?

Scopriamolo insieme.

Le batterie auto elettriche oggi

La diffusione attuale (e futura) dei veicoli elettrici li porterà ad essere molto diffusi anche tra qualche anno: ma le batterie? Se è vero che una Tesla (ad esempio) sarebbe progettata per macinare anche mezzo milione di km, lo stesso discorso non vale per le sue batterie.

La durata degli accumulatori infatti è in realtà un aspetto ancora avvolta dal mistero, e questo dubbio in parte frena l’entusiasmo degli acquirenti.

Attualmente, le tecnologie in sviluppo per ottimizzare le caratteristiche delle batterie per autotrazione mirano a ridurne il peso, migliorandone in contemporanea l’efficienza energetica (e quindi l’autonomia): inoltre, è obiettivo comune l’aumento (o almeno la garanzia) della durata nel tempo di questi dispositivi.

I 5 trucchi per la batteria auto elettrica

Ciò che sappiamo per certo è che le attuali batterie al litio sono soggette a deterioramento, sia per il tempo che passa che per i continui cicli di ricarica.

Ecco quindi i 5 consigli per preservare (e prolungare) la durata degli accumulatori per autotrazione:

1° consiglio: ricaricate la batteria senza mai arrivare a zero

Gli accumulatori al litio non reagiscono bene ai continui esaurimenti della carica quindi collegateli al caricatore quando sono al 40/50 % circa.

Più abbasserete il punto di partenza della percentuale di ricarica (ad esempio collegandola quando è al 30% di carica residua), più aumenterete il numero di ricariche possibili.

Un appunto: tenete conto che parte di questo lavoro viene già svolto dai sistemi di ricarica integrati dai produttori, e dalle centraline elettroniche, quindi ciò che leggete sul display non è lo stato reale della batteria: voi vedete il 99%, ma internamente è possibile che la ricarica sia “tarata” al 90% reale per aiutarvi a preservare la carica dell’accumulatore.

2° consiglio: caricate sempre la batteria con il giusto voltaggio

Il voltaggio corretto è sui 3V (o poco più): gli accumulatori possono però ricaricare anche a 4.20V (a capacità piena) per aumentare il totale assoluto dei cicli di ricarica possibili. Non usate mai voltaggi superiori a 4.15V (o inferiori a 3V), per non rovinare le celle.

3° consiglio: non guidate in modo “aggressivo” o incostante

Guidare correttamente vi permetterà di evitare multe e di far durare di più la vostra batteria auto elettrica

4°consiglio: ricaricate poco e spesso

Non ricaricate al 100% la batteria, a meno che non dobbiate effettuare un lungo viaggio: meglio preservare l’accumulatore caricandolo solo “il giusto”.

5° consiglio: attenzione alle alte temperature

Cercate (per quanto possibile) di evitare l’esposizione ad alte temperature, così come l’utilizzo dei punti di ricarica ad alto voltaggio (come le colonnine di ricarica “veloce”)

Ad oggi, queste sono le giuste precauzioni che vi consigliamo di tenere a mente e mettere in pratica per preservare al massimo la vostra nuova auto elettrica.

Comments

Comments are closed.

Altri articoli in Guide pratiche