Mini Cooper S 5 porte
0

In questo articolo scoprirete le caratteristiche della Mini 5 porte, con una panoramica su pregi e difetti, motori e allestimenti.

Ecco tutte le peculiarità della sorella maggiore di Mini.

Mini 5 porte: design e interni

La versione 5 porte della classica Mini è stata la prima assoluta per nella storia della Casa inglese: il suo design resta fedele ai tratti della 3 porte, nonostante una lunghezza di 3,98 metri (+16 cm), una larghezza di 1,73 e un’altezza di 1,43.

Gli ultimi interventi estetici sono stati apportati con il restyling che ne accentua l’originalità, come con i fanali posteriori che riproducono il motivo della bandiera inglese.

Una pecca? Il design del piccolo lunotto offre scarsa visibilità, anche a causa delle estese cornici nere che lo delimitano: è però possibile aggiungere la retrocamera (optional).

I passeggeri possono essere 5, con il posto centrale del divano (in realtà un po’ sacrificato), a differenza della versione a 3 porte che non lo prevede: il bagagliaio però non è molto spazioso, e offre solo 278 litri di capacità (+67 rispetto alla 3 porte) con i sedili posteriori in posizione eretta (fino a 941 abbattendoli, anche asimmetricamente). Il passo (+7,2 cm) permette ai passeggeri posteriori di stare più comodi sulla Mini 5 porte rispetto alla 3 porte.

Anche gli interni cambiano poco rispetto a quelli della più piccola 3 porte, e l’impostazione base resta simile, come ad esempio il famoso display tondo della plancia. Qualche novità però c’è, come il sistema infotainment azionabile con lo schermo touch e funzionalità ampliate grazie alla connessione 4G. Ad ogni modo le finiture sono buone e le sensazioni a bordo restano positive.

Mini 5 porte: motori e prestazioni

La gamma motori di Mini 5 porte è composta unicamente da propulsori sovralimentati, di diversa cilindrata e potenza: la versione base è come sempre la One, che monta un 1.5 benzina da 102 cavalli o 75, quest’ultimo adatto anche ai neopatentati. Chi preferisce il diesel, ma desidera un motore piccolo, sceglierà invece il 1.5 da 95 cavalli.

La Mini Cooper 5 porte monta il 1.5 con 3 cilindri e 136 cavalli, mentre la Cooper S, che resta la più potente, il 2.0 quattro cilindri da 192. In alternativa ci sono le diesel Cooper D con il 1.5 tre cilindri da 116 cavalli e Cooper SD, 2.0 quattro cilindri da 170, arricchibile con il cambio automatico Steptronic 6 marce (come quello manuale previsto di serie). Le ultime versioni possono montare anche il nuovo cambio a doppia frizione a 7 rapporti.

Le sospensioni Mini sono notoriamente solide, e conservano lo schema MacPherson all’anteriore e multilink al posteriore, con uno sterzo diretto e preciso: queste caratteristiche, combinate, mantengono una certa agilità, che ricorda molto quella della sorella corta, ma al contempo permette alla Mini 5 porte di essere anche una vettura comoda.

Mini 5 porte: allestimenti e prezzi

La lista degli optional per la Mini 5 porte è lunga, e comprende anche dispositivi come l’head-up display, il cruise control adattativo con funzione freno, i fari totalmente a led e il sistema di parcheggio automatico.

Fra le aggiunte segnaliamo il selettore della risposta Mini Driving Modes (Sport, Mid e Green) e le sospensioni elettroniche regolabili su 2 tarature.

Gli allestimenti a listino per le Mini 5 porte sono:

  • One
  • Baker Street
  • Business
  • Boost
  • Business XL

Per la Mini One 5 porte Euro 6 i prezzi partono da 19.150 euro, fino ai 23.150 della Business XL; per la Mini Cooper S si parte da 28.450 euro fino a 32.200. La più costosa è la Mini Cooper SD All4 (a trazione integrale) automatica, che parte da 36.860 euro.

La garanzia è 2 anni e km illimitati, ma ricordate che nonostante i prezzi di listino alti, determinati optional come climatizzatore automatico o il pacchetto portaoggetti si pagano a parte.

Scopri anche le Mini a noleggio a lungo termine disponibili sul nostro sito!

Comments

Comments are closed.

Altri articoli in Guida all'acquisto