0

Iper-efficiente, mossa da powertrain ibrido e dotata di trazione integrale, Peugeot 9X8 si inserisce nella strategia della Neo-Performance sviluppata dal Leone e che punta a offrire prestazioni più virtuose e responsabili, sia nei veicoli di serie che in quelli da competizione.

Questa vettura segna l’ingresso in una nuova era delle corse automobilistiche, con le sue linee totalmente fluide, prive di alettone posteriore, e con una forte identità di marca. Soluzioni tecniche inedite e aspetto felino.

Molto più di un’auto da corsa, la nuova Peugeot 9X8 è già un oggetto iconico, una rivoluzione estetica e tecnica, un’avventura di design estremo. Allo stesso tempo, però, il suo DNA rimane saldo e presenta le caratteristiche essenziali di una Peugeot.

Peugeot 9×8, tra tradizione e futuro

Peugeot ha chiamato questa Hypercar Peugeot 9X8. Il 9 iniziale caratterizza le vetture da competizione estrema del Marchio, come le Peugeot Endurance 905 (1990-1993) e 908 (2007-2011), due vetture iconiche del costruttore.

La X evoca le tecnologie della trazione integrale (4 ruote motrici) e dell’ibridazione di cui è dotata la nuova Peugeot Hypercar, che estende alle competizioni la strategia di elettrificazione del Marchio.

Quanto all’8, è il numero che caratterizzata tutti i nomi contemporanei delle vetture Peugeot: 208 e 2008, 308, 3008, 5008 e, ovviamente 508, che di recente è passata tra le mani delle stesse equipe di ingegneri e di designer della Hypercar ed è diventata il primo modello a fregiarsi del nuovo logo Peugeot Sport Engineered.

logo-Peugeot-Sport-Engineered

Hypercar senza alettone con potenza elettrica

La caratteristica più sorprendente è l’assenza di un alettone posteriore, che le conferisce una morfologia unica.

L’alettone posteriore è apparso per la prima volta nelle gare di Endurance a Le Mans nel 1967 e da allora è diventato la norma. Dal 1971, poco più di 50 anni fa, nessuna macchina ha mai vinto senza alettone posteriore. Questo dimostra l’audacia e l’inventiva dei designer e degli ingegneri Peugeot nel voler proporre un’auto priva di questo elemento.

Al momento della creazione di Peugeot #9X8, sono stati profusi molti sforzi nella realizzazione del posteriore. Seguendo lo schizzo originale di una vettura pronta a fare un balzo in avanti, l’abitacolo è lievemente inclinato in tale direzione e c’è un avvolgimento molto particolare visibile sulla ruota posteriore.

Con la sua propulsione ibrida a 4 ruote motrici, Peugeot 9X8 ha delle somiglianze con diversi modelli della gamma Peugeot, come Peugeot 3008 o Peugeot 508. Associa un motore V6 2.6 litri biturbo da 500 kW (680 CV) collocato in posizione posteriore a un motore/generatore elettrico da 200 kW (272 CV) in posizione anteriore.

Comments

Comments are closed.

Altri articoli in Curiosità