Ruote termiche quanto costano
0

Le gomme invernali equivalgono alle gomme termiche e sono fondamentali per garantirvi la sicurezza durante la guida in condizione di scarsa aderenza. Vediamo insieme i prezzi dei vari modelli in commercio.

Gomme invernali: i prezzi

Quando si parla di pneumatici non è facile stabilire qual è il loro costo, indipendentemente dalla loro misura; chiaramente, se possedete una bella auto sportiva avete bisogno di un treno di pneumatici molto più costoso rispetto a quello che dovreste montare su un’utilitaria. Per quanto riguarda le gomme invernali le cose non cambiano: i loro prezzi sono attualmente allineati con quelli degli pneumatici estivi e dipendono spesso dal marchio e dalla qualità della mescola, come accade per tutti gli altri beni in commercio.

Con questi presupposti diventa chiaro che la scelta del giusto pneumatico invernale per le vostre esigenze è relativamente semplice, ma come sempre le cose si complicano non poco al momento dell’acquisto. Infatti, il mercato propone ora tantissimi prodotti di marche diverse; qualche azienda vi offre le sue gomme a prezzi a dir poco stracciati e in alcuni casi potete acquistare un treno di pneumatici per un’utilitaria a meno di 100 euro, specie se approfittate di internet. Vediamo come potete fare la scelta giusta e avere la certezza di non rimanere insoddisfatti del vostro acquisto.

Il mercato online, le gomme invernali e le “sottomarche”

Fino a non molti anni addietro i gommisti vi proponevano degli pneumatici il cui marchio è tutt’ora famoso in tutto il mondo; da quando internet ha consentito a diversi grossisti di creare dei siti e-commerce ben organizzati e strutturati, avrete notato che potete acquistare le gomme facilmente e con pochi clic, potendo scegliere pneumatici dal marchio blasonato ma anche gomme il cui produttore è a voi spesso sconosciuto.

Vi sarete spesso domandati se vi conviene comprare degli pneumatici di cui non avete mai sentito parlare e per quale ragione il loro prezzo sia così basso rispetto ad altre gomme di pari dimensione. Rispondere a queste domande non è semplicissimo e quasi sempre la verità risiede in aspetti come il luogo di produzione, l’adozione di processi certificati, l’esperienza della casa costruttrice.

Cerchiamo di comprendere quali sono le reali differenze fra gli pneumatici in commercio e perché dovreste preferirne uno piuttosto che un altro.

Gomme termiche a confronto

Cominciamo prendendo in esame tre modelli di gomma invernale prodotti da case abbastanza famose:

  • Continental Wintercontact: la casa tedesca vi propone uno pneumatico invernale con disegno a “V”, adottato per la prima volta dalla Good Year nelle gomme Eagle, anche se questi ultimi sono pneumatici estivi; parliamo di uno dei migliori prodotti in assoluto, anche considerando le recensioni di coloro che le hanno provate. Secondo l’etichettatura europea (stabilisce un valore che varia da “A” a “G” per ogni gomma indicandone le prestazioni) questi pneumatici hanno una buona aderenza sul bagnato (“B”) e non sono indicati più di tanto per risparmiare carburante (“C”); la loro rumorosità è di 72 Db. La casa precisa che la mescola utilizzata è del tipo Cool Chili, un brevetto interno che promette una reazione alla frenata sul bagnato decisamente entusiasmante, un biglietto da visita rilevante per la vostra sicurezza. Il prezzo online degli pneumatici Continental Wintercontact parte dai 60 euro a gomma per misure che non superano i 175 mm di larghezza del battistrada e può sfiorare i 400 euro a gomma se avete un veicolo che richiede pneumatici da oltre 350 mm;
  • Michelin Alpin: la casa francese è senza dubbio una delle aziende storiche più famose. Lo pneumatico Alpin ha un disegno più lineare rispetto al Continental e sembrerebbe avere un battistrada più accomodante per l’asfalto asciutto, particolare da non sottovalutare specie quando durante l’inverno piove poco. Il suo prezzo è molto vicino a quello del Continental (dai 60 ai 400 euro a seconda della misura); potete spendere di più o di meno a seconda del commerciante a cui vi rivolgete. Lo pneumatico Michelin Alpin è in classe “E” per quanto riguarda i consumi, mentre è in classe “C” relativamente all’aderenza sul bagnato; la rumorosità è di 70 db;
  • Pirelli Winter: non possiamo fare a meno di menzionare il famoso marchio italiano, uno dei migliori al mondo. Questo pneumatico invernale ha un disegno semplice che dovrebbe facilitarvi anche la guida sull’asciutto, nonostante abbia ovviamente delle grandi prestazioni sul bagnato. L’etichetta europea attribuisce a questa gomma la classe “E” per i consumi, “B” per le prestazioni sul bagnato e indica una rumorosità di 66 db; il prezzo degli pneumatici più piccoli è in alcuni casi un poco più basso rispetto a quanto proposto dalla concorrenza e si attesta intorno ai 50 euro a gomma; il costo sale vertiginosamente per misure che superano i 300 mm di battistrada e arriva a sfiorare gli 800 euro a pneumatico.

Passiamo ora a studiare in modo più dettagliato 3 pneumatici prodotti da marchi meno conosciuti e che hanno nel prezzo il loro cavallo di battaglia:

  • Maxxis Arctictrekker: questo pneumatico ha uno dei prezzi più bassi sul mercato; pensate che potete acquistare una gomma da 205/55 r16 con poco più di 50 euro. Si tratta di un buon pneumatico, la cui etichetta europea indica “E” per i consumi, “C” per le prestazioni sul bagnato e una rumorosità di 72 Db;
  • Nexen Winguard SnowG: questa gomma ha più meno le stesse caratteristiche dello pneumatico Maxxis, con la differenza che dovrebbe essere un po’ meno rumoroso (70 db anzichè 72 db). Anche in questo caso spendereste veramente poco, circa 60 euro per una gomma da 205/55 r16, montando uno pneumatico che annovera delle recensioni di tutto rispetto su tutti i siti specializzati nel settore;
  • Nankang Winter Activa: si tratta di uno pneumatico la cui fabbricazione avviene in Taiwan e che ha delle buone prestazioni generali, anche in questo caso molto vicine a quelle del Maxxis e del Nexen. Il prezzo di questa gomma è un poco più alto, fatto dovuto con ogni probabilità all’ascesa sul mercato che sta compiendo il marchio.

Gomme invernali: quali comprare

L’offerta sul mercato è incredibilmente alta e i prezzi delle gomme sono simili e molto vicini fra loro; inoltre, le “sottomarche” vi propongono dei prodotti di buona qualità a cifre che, acquistando un treno di pneumatici, cominciano a essere sensibilmente più basse rispetto al costo delle gomme più “blasonate”.

Ma come fare a scegliere il prodotto migliore? Purtroppo la risposta è tanto semplice quanto scontata: provando ogni pneumatico. Gli stessi gommisti affermano che per giudicare una gomma è necessario provarla e verificare le reali prestazioni su strada, sempre se volete risparmiare a tutti i costi.

L’alternativa è fidarsi delle recensioni, oppure dei grandi marchi, montando la gomma che ha dalla sua la fiducia degli automobilisti o vi offre l’esperienza pluridecennale di un marchio storico e ben piazzato sul mercato.

Leggi anche come preparare l’auto per l’inverno!

Comments

Comments are closed.

Altri articoli in Guide pratiche