Come pulire il volante in pelle
0

La pulizia delle automobili è spesso il primo pensiero per gli appassionati di motori, ma ciò a cui spesso non si dà peso è l’importanza che tale pulizia ha anche e soprattutto da un punto di vista igienico e salutare: la pulizia della propria vettura è infatti di fondamentale importanza anche per l’igiene e la salute personale, in quanto sono proprio le nostre parti del corpo a stare a contatto con tutti gli elementi principali e non delle nostre automobili.

L’incubo del volante sporco

Spesso non ci si accorge di quanta poca attenzione si ha nei confronti dell’igiene e della pulizia della propria automobile e, anche per i più minuziosi e i più fissati con la pulizia della propria vettura, il volante diventa l’ultimo elemento da ricordare e spesso risulta assai trascurato.

Eppure il volante è proprio uno degli elementi del veicolo che più viene a contatto con lo sporco e con i microbi: basti pensare allo smog provocato dalle altre auto in circolazione penetrato dai finestrini, alle nostre mani che hanno toccato diverse superfici prima di arrivare su di esso, al fumo emesso dai numerosi automobilisti o passeggeri che spesso consumano sigarette o addirittura sigari quando guidano o sono in auto, ecc.

Insomma, bisogna fare molta attenzione alla pulizia della propria vettura e non trascurare nessuno degli elementi che la compongono, tanto meno proprio il volante, perché ne va della propria salute!

Come mantenere il volante della propria auto sempre pulito

Tenere il volante della propria automobile pulito non è così difficile e spesso è molto semplice se si comincia ad essere attenti in primis costantemente all’igiene delle proprie mani che si poggiano proprio su di esso. Una continua detersione è infatti la chiave per non dover poi affrontare le cosiddette grandi pulizie, per cui si perdono tempo e forze.

Altra accortezza è quella di avere un panno appena umido e rigorosamente in microfibra, da passare unicamente (o comunque prima del resto) sul volante per tenerlo pulito ed evitare che le nostre mani poi vengano a contatto con la sporcizia presente su di esso e possano rischiare di portarlo al resto del nostro corpo: non è raro infatti che poi ci si tocchi il viso o addirittura gli occhi con quelle stesse mani e si rischi di incorrere in infezioni o altro.

Come pulire i volanti in pelle

Se poi si vuole dedicare al proprio volante una pulizia più specifica e opportunamente ricercata e il proprio volante è in pelle, è necessario spesso affidarsi ad alcuni prodotti specifici. Mentre per i volanti in plastica infatti va bene qualsiasi tipo di detergente universale (oltre al panno in microfibra inumidito già accennato), per i volanti in pelle si rischia che perdano di lucidità o che si consumino prima del tempo: esistono a tal proposito delle creme protettive adatte a tale tipo di materiale. Dopo aver passato il panno in microfibra inumidito, si può passare uno dei prodotti specifici ad oggi in circolazione e poi infine ripassare il panno opportunamente risciacquato e questa volta asciutto.

Un’attenzione importante da avere se la propria automobile e dotata di un volante in pelle che si vuole salvaguardare dallo sporco e dal tempo, è quella di evitare qualsiasi tipo di detergente abrasivo in quanto esso può depositare sulla pelle alcune macchie che è quasi impossibile che poi vadano via in un secondo momento.

Insomma, nonostante i volanti in pelle siano un pezzo estetico di grande pregio e bellezza, occorre che siano adeguatamente curati: se non si è fatti per questo tipo di lavoro o non si vuole rischiare di danneggiarli, è sicuramente consigliabile rivolgersi a degli esperti del settore che sicuramente renderanno il volante pulito e perfettamente lucido perché non perda mai il proprio perfetto effetto visivo.

Comments

Comments are closed.

Altri articoli in Guide pratiche