incidente con auto a noleggio che fare
0

L’estate è il periodo in cui la maggior parte dei cittadini si mette in viaggio con la propria auto per dirigersi al mare o in montagna. L’automobile, secondo i dati raccolti dall’Istituto nazionale di statistica (ISTAT), è il mezzo preferito dagli italiani e tra questi, un gran numero di loro si chiede se affrontare il viaggio con la propria vettura o con una a noleggio. Per questo motivo è necessario sin da subito valutare quali possano essere gli eventuali rischi correlati all’utilizzo di un’auto in affitto, e quali potrebbero essere le mosse e le strategie da mettere in atto in caso di emergenza come ad esempio nel caso in cui si incorre in un sinistro stradale (incidente).

Incidente con auto a noleggio: cosa c’è da sapere sulle coperture assicurative

Le varie società che lavorano nel settore dell’autonoleggio stipulano differenti tipologie di contratto anche in base alle esigenze del cliente che ne fa esplicita richiesta. Secondo un principio generale i noleggi possono essere a lungo termine o a breve termine e le compagnie stabiliscono formule assicurative diverse in caso di sinistro stradale. Per questo motivo il potenziale acquirente che decide di affittare un’auto deve eseguire una attenta comparazione tra quello che le diverse agenzie può offrire e scegliere quella che è più congeniale alle sue esigenze soprattutto sulla base della spesa richiesta. I parametri che devono necessariamente essere controllati e valutati sono massimali e franchigia.

Per franchigia si intende una quota che viene concordata tra il cliente e il venditore, che in caso di furto o sinistro stradale (incidente), il venditore dovrà versare alla società. Facendo un esempio più pratico, in caso di incidente con un’auto presa a noleggio nel cui contratto è inserita una franchigia di 500 euro, l’importo massimo che il conducente del veicolo sarà tenuto a versare alla compagnia non potrà superare i 500 euro. La restante parte sarà a carico della compagnia che ha messo a disposizione la vettura.

La franchigia varia sulla base della società che offre il noleggio, sulla base del tipo di veicolo in questione e in alcuni casi anche in base all’età del conducente che fa richiesta dell’auto. Importante è non sottovalutare l’esistenza di alcune polizze che prevedono l’annullamento di questo importo (franchigia). Secondo il DER ossia Damage Refound Access, è possibile versare una cifra giornalmente (in genere meno di 10 euro) e in caso di incidente non sarà necessario pagare i danni. Questa possibilità, non è concessa nei casi in cui l’auto in questione appartenga alla categoria auto di lusso o nei casi in cui il sinistro è ottenuto perché il conducente stava guidando in stato di ebbrezza o sotto l’effetto di sostanze stupefacenti. Un altro tipo di assicurazione è il Collision Damage Waiver (CDW), conosciuta anche come polizza casco. Secondo questo contratto la responsabilità del conducente dell’auto a noleggio incidentata, è ridotta ad una quota nota con il nome di penalità di risarcimento non rimborsabile. Anche in questo caso come nella situazione precedente è possibile pagare una quota extra giornalmente per annullare completamente questa penalità.

L’altro parametro da conoscere necessariamente è quello del massimale. Con questa parola si intende la cifra massima che la compagnia dell’autonoleggio si impegna a pagare nel caso in cui avvenisse un sinistro stradale. Per questo motivo nei casi in cui la spesa dei danni a seguito dell’incidente, supera la cifra stabilita dal massimale, sarà compito di colui che ha effettuato il noleggio pagare la restante parte del danno.

Incidente per colpa di terzi

Nel caso di incidenti nei quali il conducente dell’auto a noleggio non ha alcuna responsabilità, esiste la possibilità che la compagnia decida di addebitare al cliente il costo del danno, prevedendo un rimborso in un secondo momento. Nel caso in cui si dovesse presentare una situazione di questo tipo, la compagnia contatterà l’altro conducente coinvolto nel sinistro per verificare i fatti realmente accaduti e per stabilire di chi sia la responsabilità del danno. Per questo motivo è fondamentale in caso di incidente avvisare sin da subito la società del noleggio e inviare prontamente una copia del CID e del verbale della polizia laddove questo è stato compilato. Nelle situazioni in cui fossero poi presenti anche delle documentazioni di tipo fotografico o di altro genere, è comunque consigliabile inviare anche queste in modo da permettere alla società di valutare quali siano i danni e stabilire torti e ragioni tra le due parti coinvolte. Compilando il CID bisogna quindi prestare molta attenzione a riportare nel dettaglio ciò che realmente si è verificato.

Scopri anche i vantaggi e gli svantaggi del noleggio a lungo termine!

Comments

Comments are closed.

Altri articoli in Guide pratiche