Come scegliere quale auto usata acquistare
0

Comprare un’auto usata è sicuramente una scelta conveniente se sai a chi rivolgerti e hai garanzie sulla qualità del veicolo. Proprio per questo è necessario sapersi muovere nel mondo automobilistico in cui, diciamocelo, abbiamo l’imbarazzo della scelta. Ecco 5 aspetti da tenere in considerazione quando si deve valutare che modello di auto usata scegliere in fase di acquisto.

1. Scegliere l’auto usata in base a un’esigenza particolare 

Hai voglia di cambiare con un modello sportivo e accattivante? La famiglia si è allargata o si è allargata la tua voglia di viaggiare e ti serve spazio?

Per muoversi in città con comodità, senza temere parcheggi senza una reale esigenza di spazio, optare per una city car è indubbiamente una scelta pratica ed economica. Spesso, non presentano un numero eccessivo di chilometri, essendo state usate, nella maggior parte dei casi, in un contesto cittadino. Ci si può orientare verso modelli più classici come una praticissima Fiat Panda, o puntare a qualcosa di più originale come una delle auto cittadine proposte da Citroën. Inoltre, possono essere i modelli ideali per un neopatentato.

Se le ragioni che ti spingono al cambiamento sono, come spesso capita, l’allargarsi della famiglia e la necessità di risparmiare, è bene indirizzare la propria attenzione verso le auto familiari usate. Sono auto utilizzate per percorrere tragitti più considerevoli o comunque frequenti.

Parlando di auto usate, può capitare che presentino diversi optional che alzano il valore del mezzo. Può risultare conveniente acquistare ex noleggi a lungo termine aziendali che, essendo stati utilizzati per ragioni di lavoro da un solo e unico conducente e sottoposti a controlli cadenzati rigidi, sono generalmente in buone condizioni e presentano un ottimo rapporto qualità prezzo.

Infine, se si cerca una via di mezzo tra spazio e sportività, SUV usato può essere la soluzione ideale: di sicuro non manca spazio e il tuo spirito avventuriero si affermerà senza ostacoli. Si può optare per i più raffinati modelli di Peugeot, i sempreverdi Fiat o indirizzarsi verso i SUV dalle linee più aggressive come le auto Renault e Nissan, o ancora andare sul classico con gli affascinanti modelli di Audi e Mercedes.

2. Scegliere la migliore alimentazione per un’auto usata 

Benzina, diesel, ibrido, elettrico, metano o GPL? In questo caso, è bene non fare l’errore di scegliere esclusivamente in base alle proprie esigenze. Indubbiamente, se l’uso che si intende fare dell’automobile è limitato, magari non quotidiano o con brevi tratti da percorrere, conviene un modello alimentato a benzina, ma attenzione: è bene sapere che un motore diesel è meno soggetto ad usura ed è quindi più duraturo.

Le auto diesel sono predisposte per i lunghi tragitti, l’uso frequente e indubbiamente hanno una resistenza maggiore rispetto a quelle a benzina. Se quindi l’auto usata ha un considerevole numero di chilometri, un motore diesel può essere garanzia di solidità.

Lo stesso discorso è da farsi con le auto a metano o a GPL, entrambe richiedono una maggiore manutenzione: la revisione delle bombole di stoccaggio a metano va fatta ogni 4/5 anni, quelle del GPL vanno cambiate ogni 10. Non è, inoltre, l’alimentazione indicata per chi ha una guida sportiva.

Per quanto riguarda le auto ibride ed elettriche, come le ultime due appena citate, sono auto ideali per gli animi più ecologici che optano per una scelta etica: consumi e costi notevolmente ridotti e uno stile di vita sostenibile, tenendo però a mente che un’automobile elettrica ha l’obbligo di revisione annuale, la manutenzione è infatti fondamentale! Se vuoi affidarti a un’auto elettrica usata è bene che tu sia consapevole della durata, della resa e delle tempistiche della batteria. Un ottimo compromesso è un ibrido benzina, come ad esempio la nota ed efficientissima Toyota Yaris.

Per approfondire: come scegliere l’alimentazione migliore per la propria auto.

3. Acquistare un’auto usata da un privato o da un concessionario 

Acquistare un’auto da un privato permette sicuramente un risparmio in termini di tempo e denaro. C’è il rischio di cadere in raggiri e truffe, quindi, se possibile, è sempre bene far controllare il mezzo da un meccanico, affinché possa effettuare con professionalità e rigore tutti i controlli necessari per individuare eventuali problemi come la scalatura dei km.

Se sei di fretta, stai cercando quattro ruote funzionanti a un prezzo basso e non ti interessa se l’auto è anche molto vecchia, rivolgersi a un privato è sicuramente la cosa migliore. In pochissimo tempo potrai avere la tua auto a un costo ridotto!

Se, al contrario, cerchi una vettura che sia economica ma anche di qualità e soprattutto che duri, è bene affidarsi a chi ha la possibilità di fornire certificati e garanzie. Un concessionario difficilmente potrà offrire lo stesso prezzo di un privato, ma avrai una certezza in più in termini di qualità ed efficienza.

Va detto che anche i concessionari non sono tutti uguali ed è bene stare attenti a scegliere il migliore in termini di affidabilità, che offra un buon rapporto qualità prezzo. Molti portali online possono essere un utile strumento per comparare i diversi concessionari, i modelli a loro disposizione e i rispettivi costi, in rapporto ai servizi offerti.

Per approfondire leggi anche come determinare il valore di un’auto usata!

4. Scegliere un’auto usata in base al prezzo 

Stabilire un budget è essenziale prima di affrontare la ricerca. La vera domanda che bisogna porsi però è Come stabilire un budget? Comprese le proprie esigenze, è bene stabilire una cifra concreta e realistica: per quanto usata, non si può pensare di acquistare una station wagon al prezzo di una city car.

Acquistare un’auto è in qualunque caso una spesa importante e considerevole, quindi, quando si prende la decisione di comprarla o cambiarla, è meglio investire in un mezzo adatto alle proprie necessità e con un adeguato rapporto qualità prezzo. Inutile comprare una vettura dal prezzo stracciato se si rischia di affrontare anni di manutenzione e quindi costi aggiuntivi. Insomma, se devi acquistare, fallo bene!

5. Scegliere una delle auto usate più vendute in Italia 

Se proprio non sapete che pesci prendere, potete fidarvi di quello che fanno gli altri e scegliere una delle auto usate più vendute in Italia. Se altri acquirenti hanno scelto quei modelli, è probabile che abbiano fatto le loro valutazioni e li ritengano quindi idonei all’acquisto.

Le auto usate più vendute sono modelli Fiat: al primo posto troviamo l’inarrestabile Fiat Panda, seguita dalla giovanile 500 e dall’utilitaria Punto. Tra loro si colloca anche l’eccellenza di Volkswagen con la sua Golf. Altre automobili molto amate sono l’elegante Lancia Ypsilon e la comoda e cittadina smart fortwo Coupé. Chiudono la classifica: Fiat 500L, la 500 dagli ampi spazi, la classe indiscutibile di Audi A3, l’economica e metropolitana Ford Fiesta e l’affidabile e sempreverde Volkswagen Polo.

Scopri anche come vendere un’auto usata online.

Non vuoi rivolgerti a un privato perché dubiti della qualità dell’auto? brumbrum è il primo rivenditore di auto usate e a km 0 online che offre qualità, garanzia e risparmio. Ogni auto esposta nella vetrina digitale è di nostra proprietà ed è stata accuratamente controllata. Inoltre, c’è sempre una garanzia da 12 mesi fino a 3 anni inclusa nel prezzo. Scopri ora le nostre auto usate!

Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altri articoli in Cambiare auto